h o m e mappa del sitoespañol
ricerca nel sitoenglish
 
I BojanoS. Gregorio MateseIl Matese Emigrazione Alberi genealogici Link Contatti Approfondimenti
 

 
APPROFONDIMENTI

8 agosto 2008
Convegno brigantaggio
A San Gregorio Matese, nella splendida cornice di Villa Ginevra si svolgerà il prossimo 8 agosto il convegno “Briganti e senatori”. Un’occasione di confronto per riesaminare le vicende drammatiche degli anni che seguirono l’unità d’Italia, quando la repressione piemontese produsse nelle regioni meridionali condizioni di estrema povertà. Organizzato nell’ambito della tre giorni “Le notti dei briganti” dedicata alla cultura ed alle tradizioni legate al fenomeno del brigantaggio meridionale, il convegno sarà introdotto dal sindaco Antonio De Lellis, cui seguiranno le relazioni di Onorato Bucci, ordinario di Diritto Romano presso l’Università del Molise e di Alberico Bojano, medico autore di molti studi storici sulle vicende ottocentesche del Matese. Costui è anche il curatore del video “I briganti del 1860”, una rilettura delle vicende postunitarie effettuata attraverso frammenti di film famosi, tra i quali “Il gattopardo”, “O rre”, “Allonsanfan”, “Il brigante di Tacca di lupo”. Il video, che sarà proiettato in anteprima durante la manifestazione, ripercorre la storia del tentativo di riscatto operato da migliaia di meridionali in reazione all’occupazione militare dei Savoia. Il convegno avrà inizio alle ore 20 presso l’aula consiliare del Municipio, situato nella villa Ginevra di San Gregorio Matese. A seguire una esibizione di gruppi folk e degustazione di prodotti tipici. Per qualsiasi informazione si può consultare anche il sito web ww.lenottideibriganti.it.
Municipio San Gregorio Matese

 
 

8 aprile 2007
Il sequestro di don Nicola Coppola, giudice regio a Piedimonte d'Alife
Una banda di briganti senza scrupoli. Un giudice appartenente ad una famiglia facoltosa. Un sequestro di persona in un agguato notturno. E poi il Sotto Prefetto, un poliziotto toscano che vuole fare ad ogni costo il suo mestiere, fino ad arrivare al blocco dei beni di una famiglia che cerca di salvare il proprio congiunto con ogni mezzo. Lo scoramento di un funzionario dello Stato che vede vanificare la sua azione dalla connivenza tra briganti ed ampie fasce di popolazione. Fino ad un cruento scontro a fuoco. Una storia vera, accaduta tra Piedimonte e le cime del Matese, nel feroce periodo del brigantaggio postunitario, ricostruita grazie ad inediti documenti di famiglia.
di Alberico Boiano

 
 

copyright - credits